Eventi climatici improvvisi: come comportarsi nelle zone a rischio

by giorgia minozzi Email Condividi su Facebook:



Negli ultimi anni si è sentito sempre più parlare di eventi climatici improvvisi e inaspettati che hanno danneggiato e distrutto intere zone.

I terremoti:

L'Italia, a causa della sua posizione, è un territorio dove si verificano spesso delle scosse sismiche. Il più delle volte queste scosse non vengono assolutamente percepite poiché la loro forza è davvero minima. Negli ultimi anni, però, abbiamo assistito a due grandi eventi sismici che hanno distrutto prima l'intera città de l'Aquila, e poi la zona emiliana della Pianura Padana. Sono eventi che provocano sicuramente paura e sconforto in chi vede andare distrutta la propria casa e tutto quello che aveva. I terremoti sono eventi che non possono essere avvertiti con anticipo ed è quindi impossibile agire per contrastarli. Bisogna però essere pronti all'eventualità di un terremoto e conoscere le regole comportamentali per mettersi in salvo il prima possibile. A questo proposito, è bene informarsi presso la protezione civile o i vigili del fuoco per partecipare ai corsi per la sicurezza.

Le inondazioni:

Diversamente dai terremoti, molte calamità naturali che si stanno verificando in questi ultimi anni, sono imputabili alle cattive abitudini dell'uomo. Da una parte le piogge abbondanti e devastanti, meglio note come “bombe d'acqua”, possono allagare e distruggere nel giro di pochi minuti interi territori. Si tratta di acquazzoni molto violenti che possono durare per giorni e che mettono a dura prova la stabilità geologica di alcuni territori. Sicuramente il motivo di questi eventi è dovuto al considerevole aumento dell'inquinamento che fa innalzare le temperature creando un clima troppo tropicale per le nostre latitudini. In Italia negli anni passati ci sono stati anche tantissimi abusi edilizi, con edifici costruiti su terreni geologicamente instabili, che hanno dimostrato di essere particolarmente fragili a seguito di questi eventi.

La protezione civile:

La protezione civile, in queste situazioni di emergenza è chiamata per aiutare le popolazioni in difficoltà. La priorità è di dare un nuovo alloggio a persone che non hanno più una casa, cercando di farli vivere per un determinato periodo in una situazione più confortevole possibile. Visto che si devono costruire delle case in poco tempo, l'unica soluzione possibile è di rivolgersi a dei prefabbricati. Si tratta di vere e proprie strutture abitative, dotate di ogni comfort e coibentate per un ottimale isolamento termico. I singoli pezzi vengono costruiti, anche rapidamente, in fabbrica, poi vengono trasportati e assemblati in loco da personale esperto. Vengono largamente utilizzati, oltre che per la velocità di messa in opera, anche per la totale sicurezza. Sono infatti costruiti con materiali durevoli ma leggeri e garantiti per resistere contro i terremoti.

Le soluzioni:

Chiunque si trovi a vivere in zone dove il rischio sismico è estremamente elevato, o laddove il territorio è geologicamente sfruttato, può decidere di acquistare una struttura abitativa prefabbricata. Sarà sufficiente rivolgersi ad un'azienda seria e certificata per trovare la soluzione migliore per le proprie esigenze. Esistono infatti sia monoblocchi più piccoli che veri e propri appartamentini in grado di ospitare comodamente una famiglia intera. Anche a livello economico la scelta del prefabbricato può risultare una soluzione intelligente, infatti il risparmio è veramente notevole. Quando si decide di acquistare una struttura prefabbricata è bene rivolgersi ad un'azienda seria e competente come la Prefab S.r.l. Grazie alla sua esperienza pluriennale nel settore è in grado di aiutarvi a trovare la soluzione migliore. Clicca qui per visitare il sito e richiedere informazioni.


Orchidee rare online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook: